Fisioterapia a San Donà di Piave

Medical & Therapy

Fisioterapia a San Donà di Piave

Lo scopo del nostro poliambulatorio a San Donà di Piave relativamente alla Fisioterapia è quello di proporre al nostro paziente, dopo un’attenta analisi della sua patologia, il percorso di cura più efficace con l’obiettivo di ritrovare nel più breve tempo possibile il suo ottimale stato di salute

Ecco come possiamo aiutarti.

TERAPIA MANUALE

Con questo termine si fa riferimento a diversi tipi di tecniche che hanno come scopo il trattamento di articolazioni, cute, fasce, nervi, muscoli, legamenti, tendini. Tra queste troviamo mobilizzazioni articolari passive o attive, tecniche miofasciali, tecniche di mobilizzazione neurale, interventi educativi.

La scelta della tecnica più adatta è fatta a seguito di un accurato ragionamento clinico.

Principali indicazioni:

  • mal di schiena;
  • cefalee miotensive;
  • dolori cervicali;
  • lombalgie;
  • fascite plantare e talloniti;
  • restrizioni di mobilità di tutto il corpo;
  • restrizione mobilità temporo mandibolare;
  • spalle dolorose;
  • gomito del tennista;
  • postumi di colpo di frusta.

MOBILIZZAZIONI E MANIPOLAZIONE ARTICOLARI

Sono tecniche eseguite dal fisioterapista, che muove le articolazioni del paziente mentre questo mantiene il corpo rilassato. Scopo della mobilizzazione è di modulare il dolore, indurre rilassamento nella muscolatura, promuovere la guarigione delle strutture lesionate, recuperare

il più possibile il movimento fisiologico.

Principali indicazioni:

  • post chirurgia;
  • mal di schiena;
  • cervicalgia;
  • dolori e limitazioni articolari in generale.

TRATTAMENTO MIOFASCIALE

È un trattamento manuale che lavora sulla fascia, cioè quella struttura che avvolge, sostiene, separa, unisce, protegge, fornisce coesione ad ossa, organi, muscoli, nervi, vasi, si espande all’interno del muscolo e partecipa attivamente al gesto motorio. Scopo del trattamento miofasciale è quello di andare a “rompere” eventuali aderenze, ripristinando il corretto movimento, e quindi la corretta funzione, del distretto corporeo interessato.

Principali indicazioni:

  • contratture e ipoestensibilità muscolare;
  • esiti cicatriziali (fibrosi e aderenze interfasciali);
  • in presenza di ridotta mobilità articolare.

MOBILIZZAZIONE NEURALE

Anche i nervi devono essere in grado di scorrere e allungarsi per permettere il movimento degli arti. A volte i dolori possono essere causati da un nervo che non riesce a scorrere più bene all’interno della sua guaina o tra le strutture vicino alle quali passa (muscoli, tendini, legamenti, ossa). Le tecniche di mobilizzazione neurale servono a ripristinare il corretto movimento del nervo, inibendo il dolore e migliorando la funzione.

TAPING NEUROMUSCOLARE

Consiste nell’applicazione sulla cute di un nastro adesivo ed elastico con particolari caratteristiche meccaniche. L’applicazione del tape (benda) sulla cute ha effetto terapeutico diretto locale e a distanza per via riflessa. Stimola diversi sistemi:

  • muscolo-scheletrico, ripristinando il giusto tono muscolare riducendo un’eccessiva contrazione o distensione muscolare;
  • vascolare, migliorando il microcircolo a livello sottocutaneo;
  • nervoso, stimolando i recettori cutanei, muscolari e articolari;
  • linfatico, migliorando il drenaggio linfatico riducendo di conseguenza lo stato di flogosi locale.

MASSOTERAPIA

Consiste in una serie di movimenti eseguiti dalle mani del terapeuta sulla superficie corporea del paziente. Il suo scopo principale è quello di alleviare il disagio in diverse parti del corpo, causato da vari fattori come traumi, cattiva postura e stress.

Ecco gli effetti positivi generali dell’applicazione del massaggio:

  • riscaldare e stimolare la muscolatura;
  • stimolare o calmare il sistema nervoso (effetto analgesico);
  • rilassare i muscoli;
  • migliorare le aderenze, rendere i tessuti più flessibili;
  • migliorare la circolazione, eliminando le tossine;
  • migliorare il benessere psicologico.

MASSAGGIO SPORTIVO

Il massaggio sportivo è indicato per gli atleti che vogliono: preparare i muscoli all’attività fisica, migliorare la performance atletica, accelerare

il processo di defaticamento dopo lo sforzo, ridurre le tensioni muscolari, prevenire gli infortuni. Lo si può ricevere prima di una gara, come preparazione, durante le pause della competizione o dopo, per attenuare la stanchezza.

RIEDUCAZIONE FUNZIONALE

È uno step importantissimo della riabilitazione, ed ha come scopo il ritorno alle normali attività sportive e/o quotidiane. Non è solo recupero della forza dei muscoli, ma anche ristabilire il corretto rapporto di forza, lunghezza e tempo di attivazione dei muscoli che vengono implicati in ogni movimento.

È indicata:

  • in esiti di intervento chirurgico (fratture, protesi);
  • dopo traumi minori come distorsioni, stiramenti, strappi muscolari;
  • in presenza di un problema muscolo scheletrico acuto o cronico.
Chiama ora
Dove siamo